Canone RAI: “che regalo” ora puoi pagarlo €45 in meno in modo facile

Il Canone RAI è una tassa molto odiata dagli italiani. È una tassa che molti detestano e che trovano ingiusta.

Le novità attorno al Canone della televisione italiana non finiscono mai e infatti la notizia dell’uscita dalla bolletta del Canone della televisione italiana ha fatto molto discutere.

ANSA/CLAUDIO PERI

Il canone RAI infatti dall’anno prossimo non si pagherà più nella bolletta dell’energia elettrica.

Esce dalla bolletta e si può risparmiare

Dall’anno prossimo il canone RAI sarà una tassa autonoma e spunta anche una possibilità di risparmio. Il canone RAI era entrato nella bolletta elettrica ai tempi del governo Renzi.

Pixabay

All’epoca l’evasione del canone era veramente alta e così è nata l’idea di inserirlo nella bolletta elettrica proprio per rendere praticamente impossibile l’evasione fiscale. Ma dall’anno prossimo il canone RAI esce dalla bolletta e quasi certamente evaderlo diventerà più facile per gli italiani. Ma se è vero questo, è vero anche che c’è la possibilità di risparmiare sull’odiato canone della Rai. Come sappiamo è possibile essere esentati dal canone RAI facendo l’apposita domanda. Dichiarando di aver di non avere in casa dei televisori si sarà legalmente esonerati dal Canone, però se durante il controllo dovessero emergere in casa degli apparecchi televisivi si sarà multati.

Come risparmiare 45 euro

Tuttavia la scadenza per la richiesta di esenzione del canone RAI è fissata al 31 gennaio. Dunque teoricamente per il 2022 non sarebbe più possibile chiedere l’esonero dal canone. Ma se si fa la domanda dell’esonero dal canone RAI entro il 30 giugno ecco che si sarà esonerati per il secondo semestre. Dunque facendo così si risparmieranno €45. Però bisogna tenere presente che bisogna dire la verità e che effettivamente non si devono avere in casa apparecchi televisivi. Inoltre la domanda andrà poi comunque ripresentata entro il 31 gennaio 2023 per godere dell’esonero anche il prossimo anno.

Cosa evitare

Questa occasione di risparmio è sicuramente interessante ma bisogna sempre tenere presente che tutto è legato al fatto di non avere in casa televisori e neppure computer. Infatti anche avere dei computer in casa impone il pagamento del canone RAI. Molti trovano ingiusta questa normativa ma intanto è così. Quindi chiedere l’esonero dal canone per sei mesi o per un anno è qualcosa di perfettamente legale ma quando si dichiara di non avere in casa apparecchi atti alla ricezione del segnale Rai bisogna assolutamente dire il vero altrimenti si rischia la sanzione.