Canone RAI: hai appena finito di pagare il primo semestre ma il secondo puoi evitarlo

In questo periodo non si parla d’altro che della terribile stangata sull’IMU e tanti Italiani hanno paura di non riuscire a pagare, ma una notizia positiva può arrivare almeno sul Canone della RAI.

Il canone della RAI è una tassa molto odiata dagli italiani e dall’anno prossimo si temono addirittura degli aumenti.

ANSA / CIRO FUSCO

Infatti fino a quest’anno il canone RAI costa €90 agli italiani ma dall’anno prossimo molto probabilmente aumenterà di prezzo.

Come non pagare il secondo semestre

Eppure una buona notizia per quanto riguarda l’odiato canone della TV pubblica arriva dal fatto che se è vero che il primo semestre è stato pagato dagli italiani sta per iniziare il secondo semestre che invece può essere evitato.

Pixabay

Evitando di pagare il secondo semestre si risparmieranno i €45 relativi. Dunque un bel risparmio che può fare comodo a tanti. Cerchiamo di capire perché. Dal prossimo anno il canone RAI esce dalla bolletta dell’energia elettrica. È stato il Governo Renzi ad inserire il canone della Rai nella bolletta elettrica ma adesso l’Unione Europea ha stabilito che questa pratica è illegittima e di conseguenza il canone dal prossimo anno diventerà una tassa autonoma. Ovviamente la RAI teme che non essendo più pagato in bolletta il canone RAI possa essere facilmente evaso. Infatti prima dell’inserimento in bolletta il canone RAI subiva una forte evasione.

Risparmiare i 45 euro relativi al secondo semestre

Proprio per questo la RAI probabilmente chiederà a gran voce un aumento del canone che possa compensare almeno in parte il rischio dei più bassi introiti dovuti all’evasione. Ma cerchiamo di capire perché si possono evitare i €45 del secondo semestre del canone RAI. Sebbene evadere il canone RAI è ovviamente un reato, esiste un modo per non pagarlo legalmente. Infatti chiedendo l’esenzione del canone della TV pubblica si può evitare di pagarlo. Sul sito della RAI c’è un apposito modulo per chiedere l’esenzione del canone e ci sono due date durante l’anno entro le quali si può chiedere l’esenzione. Queste due date sono il 31 gennaio e il 30 giugno. Chi chiede l’esenzione del canone RAI entro il 31 gennaio si evita il canone per tutto l’anno.

Fare domanda

Chi invece chiede l’esenzione del canone RAI entro il 30 giugno si evita il canone soltanto per il secondo semestre. Di conseguenza tutti coloro i quali che presenteranno la domanda di esenzione entro il 30 giugno eviteranno il pagamento dei €45 relativi al secondo semestre del canone di abbonamento alla tv pubblica. Quando si fa questa domanda si dichiara di non possedere in casa televisori o computer. Tuttavia se si dovesse dichiarare il falso si rischia una multa. Inoltre se si presenta la domanda entro il 30 giugno la si dovrà poi ripresentare nuovamente entro il 31 gennaio dell’anno prossimo per beneficiare dell’esenzione anche per quanto riguarda il 2023.