75.000€ subito sul conto se lasci il lavoro: scelta obbligata entro il 30 settembre

Una proposta molto concreta ma anche molto controversa sta agitando molti lavoratori italiani.

Un vero e proprio dubbio amletico perché il lavoratore è chiamato a scegliere tra la notevole cifra di 75.000 lordi subito sul conto oppure continuare a svolgere il proprio lavoro.

Pixabay

Sicuramente non è semplice scegliere tra due opzioni del genere eppure per tanti lavoratori italiani entro il 30 settembre ci sarà la necessità di fare questa scelta così difficile.

Una scelta difficilissima per i lavoratori

Sicuramente un posto di lavoro assicurato è una vera e propria ricchezza per un individuo perché gli offre una stabilità economica non indifferente e gli consente di guardare al futuro con una certa serenità.

Pixabay

Eppure anche 75 mila euro subito a disposizione sono una cifra importante che in questo periodo non è certamente da sottovalutare. Ma come sei arrivati a questa situazione? Il fatto è che i posti di lavoro disponibili stanno diminuendo sempre di più a causa della tecnologia e dell’innovazione ed è proprio per questo che tanti ritengono indispensabili istituire subito un reddito di base universale.

Come fare questa scelta entro il 30 settembre

Ma in particolare in questo caso sono proprio i dipendenti di Stellantis ad essere chiamati a fare questa scelta. Se lasceranno il posto di lavoro entro il 30 settembre riceveranno 75.000. Se invece continueranno a lavorare presso l’azienda non avranno ovviamente il ricchissimo bonus ma conserveranno tutte le prerogative del loro posto di lavoro. Il fatto è che l’auto elettrica dal punto di vista occupazionale è una vera e propria sciagura. Infatti costruire le auto elettriche richiede un numero di lavoratori molto più basso rispetto alle tradizionali automobili con il motore endotermico. Questo significa che per le aziende di automobili ci sono tanti posti di lavoro attualmente a rischio.

Una questione che riguarda tutti

Infatti tanti lavoratori saranno mandati a casa a causa dell’evoluzione tecnologica nel settore automobilistico. Ma questo capita praticamente in ogni altro settore e quindi ben presto la disoccupazione diventerà davvero drammatica. Sono proprio questi motivi che spingono tanti economisti e chiedere un reddito di base universale. Il lavoro diventa sempre di meno e non tutte le aziende saranno disposte come Stellantis ad offrire 75 mila euro a chi lascia il proprio posto. Dunque per i lavoratori di questa grande azienda si pone oggi questo dubbio amletico. Tuttavia sarebbe davvero stupido non cominciare a ragionare fin da ora alla istituzione di un reddito di base universale perché progressivamente i posti di lavoro andranno sparendo a causa dell’automazione e c’è bisogno di un reddito minimo per evitare tensioni sociali esplosive.