Superbonus 110%: a settembre tanti restituiranno fino all’ultimo centesimo, nuovi controlli

Arriva una vera e propria stangata sul superbonus. Vediamo perchè e chi dovrà restituire tutto.

Il superbonus è nell’occhio del ciclone e le novità dall‘Agenzia delle Entrate spaventano chi lo ha richiesto.

ANSA

Il Governo ha cambiato tutto riguardo il Superbonus perchè troppe frodi sono state scoperte.

Le novità sugli accertamenti e controlli

Le novità dall’agenzia delle entrate nascono proprio da duro giro di vite voluto dal Governo Draghi.

Pixabay

Da quando sono emerse le truffe sui bonus casa qualcuno deve pagare per tutto questo ed il governo ha pensato di essere durissimo sui controlli riguardo a passato e presente. Innanzitutto ad essere coinvolte sono anche le banche perchè adesso il governo le considera corresponsabili delle frodi di cui accettano i crediti in cessione.  Ma ovviamente le responsabilità più forti sono per i beneficiari dei bonus.

Stangata su chi ha beneficiato dei bonus

Infatti per le famiglie beneficiarie dei bonus c’è una vera e propria stangata in arrivo. L’agenzia delle entrate in una serie di circolari successive ha chiarito i nuovi durissimi criteri degli accertamenti sui bonus casa. Lo scopo è riavere indietro tutti i soldi versati indebitamente agli italiani. Lo stato sa benissimo che troppi miliardi sono stati erogati ai cantieri fantasma e a i cantieri gonfiati ed ora li rivuole indietro. Innanzitutto il valore delle somme erogate sarà confrontato con quello degli immobili relativi. Se non c’è una proporzione tra bonus erogato e valore dell’immobile ecco che scatta la stangata. Ma lo stesso vale se non c’è proporzione tra la situazione economica del beneficiario e le somme.

Quando si devono restituire i soldi del bonus

Lo scopo dell’agenzia delle entrate e proprio quello di recuperare quanti più soldi sia possibile e quindi i controlli saranno incrociati. Se ci si è rivolti ad una ditta che già è sotto la lente del fisco molto probabilmente anche il bonus che si è ricevuto sarà considerato sospetto ed adeguatamente controllato. Per l’agenzia delle entrate ogni parametro è un elemento da valutare e da incrociare con gli altri dati.

Accertamenti a raffica

Gli osservatori del mondo dei bonus casa sostengono che questi controlli sono così duri da dissuadere sostanzialmente i nuovi a chiedere i bonus per la casa. Infatti il Governo desidera erogare minori fondi possibile per questi bonus che considera in modo molto negativo.