TARI 2023: paghi in tre rate con importo ridotto e alcuni sono esonerati, è più vantaggiosa e risparmi soldi

La tassa sui rifiuti è una tassa molto pesante e sicuramente le famiglie non amano pagarla, ma nel 2023 sono previste novità molto positive per quanto riguarda questa tassa.

La tassa sui rifiuti è considerata una delle tasse effettivamente più detestate.

Pres Meloni ANSA

Ma il fatto è che da quando è cominciata la guerra in Ucraina le difficoltà per le famiglie sono veramente troppe. Le famiglie infatti stanno cercando di risparmiare veramente su tutto e certi nuclei familiari non riescono neppure a fare la spesa al discount quindi pagare una tassa pesantissima come la tassa sui rifiuti è sicuramente un grosso problema per tante famiglie.

Gli aiuti sulla tassa sui rifiuti

Ma proprio nel 2023 parte una rateizzazione e partono anche vantaggi per poter pagare di meno.

Pixabay

Quindi dal primo gennaio 2023 ci sarà la possibilità di dividere la tassa in tre per quanto riguarda i cittadini disagiati e sempre i cittadini disagiati potranno avere anche dei vantaggi più corposi. Sia la determinazione di quali siano i cittadini in effettiva condizione di disagio che anche il tipo di vantaggio, vengono lasciati ai singoli comuni. Tra l’altro una recente sentenza ha proprio messo in evidenza come molti regolamenti comunali della TARI non vadano proprio a rispettare il principio di proporzionalità. Quindi se la qualità del servizio della raccolta dei rifiuti non è effettivamente elevata si può avere anche un vero e proprio sconto.

Come pagare meno e come funziona nel 2023

La tari viene calcolata in base al numero dei componenti del nucleo familiare e anche alla metratura dell’immobile. Il modulo per il pagamento della tari normalmente viene inviato dal comune ed è proprio al comune che bisognerà rivolgersi per capire se il proprio nucleo familiare è uno di quelli considerati in condizioni di disagio. Sarà proprio facendo questo che si potrà riuscire ad avere la rateizzazione in tre diversi scaglioni di pagamento e anche un eventuale sconto. Ad ogni modo la tari può essere sempre pagata anche attraverso il modello F24.

Rate e sconti ma alle famiglie serve di più

Ma questi aiuti anche se apprezzabili non possono abbassare la forte tensione sociale. Infatti molti stanno sostenendo che troppe famiglie italiane non riusciranno a pagare bollette ed imposte nel 2023 e di conseguenza si teme fortemente per le tensioni sociali. La Meloni ha promesso un fisco più leggero e più umano ma purtroppo tanti sottolineano che senza misure sociali che soccorrano davvero chi sia in difficoltà questi aiuti possano fare poco.