Aumento in busta paga: 124€ al mese in più per compensare inflazione 12%

124 al mese in più sono una bella notizia per gli italiani e proprio per questo il governo ha messo in bilancio fondi aggiuntivi per addirittura 500 milioni.

Il governo Meloni lo ha detto chiaro e tondo fin dall’inizio: più che puntare sui bonus questo governo punterà proprio sugli aumenti della busta paga. Infatti il bonus si eroga una volta sola mentre l’aumento della busta paga si eroga in modo regolare e può essere un aiuto più forte per i lavoratori.

Aumenti busta paga
Aumenti busta paga (Fonte: ilovetrading.it)

Oggi le famiglie in povertà assoluta sono addirittura 5 milioni in Italia e si prevede che cresceranno tanto. Sono milioni le famiglie tra l’altro che non stanno riuscendo a pagare le terribili bollette di luce e gas e la rata del mutuo e il canone di locazione dell’affitto aumentano mese per mese. Il fatto è che l’inflazione è arrivata al 12% e quindi non deve stupire se le famiglia in difficoltà sono sempre di più.

Aumenti forti e giusti: c’è davvero bisogno

Il ministro Giuseppe Valditara ha sottolineato che i 124 euro in più per ogni mese riguardano oltre un milione e duecentomila lavoratori e proprio per questo rappresentano un aiuto ad ampio spettro. Per poter garantire ad oltre un milione e 200.000 lavoratori e quindi ad altrettante famiglie 124 euro al mese in più in busta paga c’è stato bisogno di stanziare mezzo miliardo extra nella manovra di bilancio.

Quindi saranno proprio tutti i lavoratori del comparto scuola a beneficiare di questi ricchi aumenti sulla busta paga. Ma in realtà non sono soltanto i lavoratori del reparto scuola a beneficiare degli aumenti in busta paga.

Come funzionano questi aumenti e perchè sono ad ampio spettro

Infatti tantissimi contratti collettivi di lavoro sono scaduti da tempo e sono al momento in via di rinnovo. Non appena avviene il rinnovo del contratto collettivo del lavoro non soltanto il lavoratore percepisce da subito l’aumento in busta paga e saranno tanti che lo avranno tra dicembre e gennaio, ma percepisce anche tutti gli arretrati.

Aumento in busta paga: 124€ al mese in più
Aumento in busta paga: 124€ al mese in più /I Love Trading

Infatti oggi è la maggior parte dei lavoratori italiani stanno lavorando con contratti collettivi ormai scaduti da anni. Quindi proprio per tutti questi lavoratori appena ci sarà il rinnovo del contratto arriverà sia l’aumento in busta paga che anche tutti gli arretrati computati nella misura del differenziale tra quanto si è preso per tutti questi mesi e quanto invece si sarebbe dovuto prendere con il nuovo contratto. Questo differenziale va moltiplicato per il numero dei mesi di ritardo del nuovo contratto collettivo e quindi parliamo di tanti soldi per tantissimi lavoratori.

Ma c’è bisogno di aiuti più forti e forse sono in arrivo

Questo governo vuole puntare tutto sugli aumenti in busta paga grazie al taglio del cuneo fiscale e nulla sui bonus. Ma il problema è che così si tutela ancora di più chi un lavoro già ce l’ha e si lascia ancora di più nel dimenticatoio quella fetta enorme di Italia che purtroppo è in povertà assoluta e campa di lavoretti pagati cifre da fame ed assolutamente saltuari e precari.