I NFT non smettono mai di stupire: artisti sempre più ricchi anche in Asia

Si è svolto da poco un evento destinato ad incidere non poco sull’economia dei non fungible token.

I non fungible token sono quegli oggetti virtuali unici che vengono scambiati a prezzi alle volte astronomici data la loro unicità. Questa unicità viene garantita dalla crittografia blockchain. Difatti è proprio la crittografia blockchain a rendere unici questi file e a determinarne il valore di mercato. Questo settore sta conoscendo un grandissimo interesse da parte di tutte le aziende e di tantissimi artisti e protagonisti dello spettacolo. Da poco in Asia una delle più grandi case d’aste del mondo Christie’s ha realizzato la prima asta di livello internazionale di questi non fungible token. I prezzi raggiunti sono letteralmente da capogiro. Gli artisti che realizzano delle opere d’arte garantite da questa tecnologia vedono i prezzi salire in modo astronomico. Ma in realtà a ben leggere questo mercato ci sono due tendenze apparentemente contraddittorie ad emergere.

Un mercato sempre più “strappato”

Da un lato ci sono i pezzi di alto livello dal punto di vista artistico o dal punto di vista della sezione di uno specifico fandom che raggiungono effettivamente prezzi straordinari. Dall’altra parte però c’è un immenso mercato di opere diciamo meno interessanti che un tempo era assai vivace ma che ultimamente sta diventando particolarmente debole. Questo significa che se le opere d’arte di alto livello o i memorabilia assai amati dal loro pubblico vengono scambiati a cifre record per tutto il resto di questo particolare comparto c’è un’aria abbastanza grigia e l’interesse va scemando. Questo suscita parecchi dubbi.

Leggi anche: Lavazza conferma: rincari su tutti i generi alimentari. Vediamo che succede

La grande domanda è la bolla dei non fungible token si sta sgonfiando in modo naturale o assistiamo ad una normalizzazione per la quale i grandi vengono valutati molto ma i piccoli no ovverosia il mercato sceglie in modo più oculato.

Leggi anche: Crea un negozio su Amazon e vendilo: gli investitori li pagano oro

Anche se tutto questo è vero però non mancano casi clamorosi di artisti sconosciuti che riescono a piazzare quotazioni