Se non hai mai investito in commodity, è arrivato il momento di farlo

Diciamoci la verità l’investimento in commodity non è uno di quelli più attraenti.

I più tranquilli investono in obbligazioni poi ci sono quelli che desiderano avere introiti più forti ed accettano un rischio maggiore che investono in azioni oppure in etf azionari. Poi ci sono anche coloro i quali hanno subito il fascino delle sirene delle criptovalute ed investono in crypto. Insomma ci sono investitori davvero per tutti i generi. Tuttavia tra i risparmiatori che cercano di diversificare il proprio investimento per tutelare il risparmio non è molto frequente che si investa in commodities. Sembra un investimento un po’ particolare poco attraente e magari riservato a banche o comunque ad investitori istituzionali. Di norma in effetti è così. Ma dobbiamo renderci conto che stiamo entrando in un epoca di inflazione e con l’inflazione le cose cambiano. Innanzitutto c’è il rischio che l’inflazione blocchi la ripresa e di conseguenza faccia deragliare le borse. In secondo luogo c’è il rischio che l’inflazione costringa le banche centrali a velocizzare le operazioni di tapering e anche questo potrebbe ripercuotersi sulle borse.

Difesa e rendimento

Poi c’è un generale incremento della volatilità. Insomma con l’inflazione è normale che si cerchino beni di rifugio. E allora perché non cercare rifugio proprio in quei beni il cui rialzo è alla base dell’inflazione stessa? Ecco perché proprio in un’epoca di inflazione, aprirsi all’idea dell’investimento incommodities significa non soltanto diversificare maggiormente il portafogli ma anche sfruttare questa occasione per aprirsi ad un investimento che in questo contesto può essere più redditizio. 

Leggi anche: La Banca Centrale Europea gioca col fuoco dell’inflazione: ancora un altro Pepp

Sicuramente questa può essere certamente una fase non molto piacevole, ma che però ci può aprire ad un modo di vedere l’investimento più a tutto tondo, includendo anche ciò che sino ad ora avevamo escluso.

Leggi anche: Un mese fa Soros diceva che investire in Cina era un tragico errore. Oggi sembra profetico

Con alcuni ETF può essere più agevole.

Impostazioni privacy