Mappa dei rincari carburanti: vediamo quanto ci costa in più far benzina

Il caro energia sta colpendo duro in tutto il mondo.

il rincaro delle materie prime e un fenomeno assolutamente globale e gli analisti spiegano come siamo all’interno di una spirale inflazionistica assai strutturata e multiforme. Non si contano le materie prime che stanno incrementando i loro prezzi alla produzione. Dal caffè, alla carta, dall’acciaio al grano. Ma il settore energetico è indubbiamente quello più colpito. Petrolio e gas naturale hanno fatto registrare rincari davvero tremendi e se il gas naturale sembra aver attenuato la sua corsa, gli analisti restano sempre piuttosto rialzisti sul petrolio. Questo crea uno scenario di rincari generalizzati per quanto riguarda il costo che poi l’utente finale va a pagare quando fa il pieno alla sua auto. Ancora da noi non si evidenziano fenomeni di penuria dei carburanti come invece è accaduto nel Regno Unito o come paventato da alcune associazioni di consumatori all’indomani degli scioperi degli autotrasportatori. Ad ogni modo vediamo come vanno le cose sul fronte dei costi per l’utente finale.

Ecco i rincari come misurati oggi

Vediamo innanzitutto la benzina self service che si attesta a 1,730 euro/litro contro i 1,728 di ieri. Ovviamente la forchetta è ampia e sembra oscillare tra 1,728 e 1,740 euro/litro. Con le pompe no logo si risparmia: 1,713). Adesso passiamo al diesel sempre self service che va a 1,591 euro/litro ed anche qui moderato rincaro rispetto a ieri. Anche in questo caso il range di prezzo è piuttosto ampio e si muove tra 1,589 e 1,601 euro/litro. Si evidenzia, ma questo è ormai noto, un notevole risparmio sulle pompe no logo. Aumenta proporzionalmente anche il servito mentre si evidenziano prezzi stabili per il Gpl. Ma come detto il petrolio sta aumentando più del gas alla fonte.

Leggi anche: La mazzata sulla benzina è notevole: risparmiamo con le pompe bianche

I dati sono forniti dal Quotidiano Energia e dimostrano come i rincari siano davvero pesanti per gli utenti.

Leggi anche: Il sito che i benzinai odiano perchè ti dice il più economico vicino a te

Pesa il fatto che la UE non abbia deciso alcun intervento concreto per contrastare questo fenomeno.