Dal 28 ottobre Mosca in lockdown ed anche in Gran Bretagna casi in aumento

Numeri in aumento in tutto il mondo e si teme una nuova ondata Covid.

Dal 28 ottobre a Mosca torna il lockdown. Chiudono le scuole, i bar, i ristoranti, persino i negozi e ovviamente gli stadi. Poi il 7 novembre si vedrà se allentare la stretta o no. In Belgio in governo ammette che i numeri stanno crescendo troppo e si dovranno valutare chiusure. Anche in Gran Bretagna il numero dei contagiati sta salendo rapidamente. Insomma in vari paesi del mondo, nonostante le vaccinazioni, la riapertura delle scuole e dei luoghi di lavoro ha innescato una lenta ripresa dei contagi che oggi diventa più evidente e più preoccupante. Anche in Belgio e Gran Bretagna si discute di lockdown anche se fino ad ora non è stato deciso niente. Il Governo del Belgio parla chiaramente di una quarta ondata.

Impatto pesante su economia

Se le curve dei contagi dovessero continuare in questo modo, in questi tre paesi l’impatto sull’economia sarebbe pesantissimo. Dei lockdown, sia pure temporanei o a macchia di leopardo potrebbero danneggiare pesantemente la catena produttiva. Catena produttiva che oltretutto quest’anno è gravata anche dai pesantissimi rincari di energia e materie prime. Negli altri paesi europei i casi sono in aumento ma in modo più moderato e gestibile. Intanto nel Regno Unito si paventano chiusure, ma il governo al momento le esclude. Vuole puntare tutto su uno sprint della campagna vaccinale andata forse troppo a rilento, ma vuole evitare ad ogni costo chiusure nei prossimi mesi.

Leggi anche: La miseria al sud è arrivata al punto di non ritorno e l’inflazione è un terribile detonatore

Sarà determinante nelle prossime settimane valutare le curve dei contagi perchè gli analisti temono molto un’impennata dei numeri.

Leggi anche: Trump crea il suo social network e forse dà inizio ad un maggiore pluralismo social

La situazione italiana è notevolmente diversa. La campagna vaccinale è ad ottimo punto ed i numeri si mantengono bassissimi.