I puristi del Bitcoin che oggi si sentono traditi dalla loro crypto

Il mondo delle criptovalute è un mondo assai strano che alle volte è piuttosto complesso da decodificare dall’esterno.

Se in generale per il mondo delle criptovalute, l’approvazione dell’etf sul Bitcoin è stato un motivo di gioia, non tutti sono così contenti. Ma partiamo dall’inizio. Le criptovalute sono nate come un esperimento volto a costruire un sistema di pagamento che prescindesse completamente dalle banche. Gli utopisti che hanno cominciato a parlare di Bitcoin dicevano che il sistema bancario era corrotto ed inaffidabile. Venivamo dalla crisi del 2008 e questi utopisti pensavano ad un sistema di pagamenti che non avesse bisogno di un’autorità centrale di garanzia. Nascevano così i Bitcoin e tutte le altre criptovalute. Un esperimento un po’ strambo è un po’ utopistico negli anni è arrivato a valere letteralmente una montagna di soldi.

Un’utopia che vale troppo

Tanto che oggi esistono addirittura etf quotati alla borsa degli Stati Uniti che tracciano i movimenti (dei futures) del Bitcoin. Per il mondo delle criptovalute è una festa, ma per una parte di esso fatta di puristi questa è una sconfitta. In qualche modo il sistema bancario corrotto, inaffidabile e centralistico si è impossessato del Bitcoin e lo ha fagocitato all’interno delle sue dinamiche che loro odiano. L’ETF sul Bitcoin che ha raccolto in un solo giorno un miliardo di dollari sarebbe in qualche modo la vendetta delle tanto odiate banche che hanno finito per lucrare anche su questa idea così anarchica. Sono le piccole contraddizioni che nascono quando si mischiano soldi, utopia, algoritmi e chi più ne ha più ne metta.

Leggi anche: Vediamo perché alcuni scappano dal Bitcoin per comprare Ethereum

Il mondo delle crypto è un mondo affascinante e persino chi ne critica gli eccessi non può non riconoscerlo. Effettivamente l’idea che una moneta sia non falsificabile e garantisca anche tutte le altre è straordinaria.

Leggi anche: ETF su Bitcoin: attenzione all’entusiasmo passeggero. È già successo in Canada

Certo però che in assenza completa di regolamentazioni, i timori non possono dirsi ingiustificati.

Impostazioni privacy