Moltissimi clienti PostePay derubati da una nuova truffa. Ecco cosa fare

Una nuova insidiosa truffa ha coinvolto tanti clienti PostePay.

Che si tratti di truffe on-line o truffe, per così dire, tradizionali purtroppo ne stanno emergendo un numero impressionante. Stavolta è proprio Poste Italiane a mettere in guardia dal suo sito riguardo questo nuovo raggiro. Nello specifico questa truffa ha coinvolto tantissimi utenti. Ma vediamo di capire cosa è successo. I truffatori utilizzando metodi non ancora del tutto chiariti, sono riusciti a farsi fare piccoli accrediti, ma da un numero ingente di cliente PostePay. In questa maniera hanno intascato una somma notevole. Probabilmente questa truffa viene da Paesi esterni all’Unione Europea che approfittando di standard di sicurezza più bassi sono riusciti ad appropriarsi del danaro degli utenti. In pratica si sono fatti riconoscere dei pagamenti sul PlayStore.

Ecco come hanno fatto

Hanno simulato in sostanza che il possessore della PostePay avesse fatto un acquisto sul Play Store di Android e che quello richiesto fosse giusto pagamento. È proprio operando dall’esterno dell’Unione Europea che i truffatori hanno approfittato di controlli meno severi per riuscire a farsi accreditare le piccole somme. Per pagare una somma, Poste Italiane chiede password o il PIN ma anche il codice temporaneo, ma questa è una normativa UE e non vale per i pagamenti fuori di essa.  Vediamo come fare per difendersi. Poste Italiane ha comunicato che ha già avviato le procedure per quantificare le somme sottratte e riaccreditarle sulle card interessate. Ma quanto è stata ampia questa truffa? Poste Italiane fa sapere che i soggetti coinvolti da questa truffa dovrebbero essere lo 0,5% di tutte le PostePay.

Leggi anche: Arriva un sms da Poste Italiane, ma è falso ed è una pericolosa truffa

Dunque il riaccredito dovrebbe avvenire in modalità del tutto automatica senza che l’utente debba fare nulla.

Leggi anche: Bonus Natale per i pensionati: vediamo a chi spetta

Particolarmente importante risulta dunque controllare regolarmente l’estratto della propria carta o del proprio conto per accertarsi di questi movimenti ed eventualmente segnalarli a chi di competenza.