In Europa tornano i lockdown e la ripresa economica va in pezzi

I numeri del Covid in Europa sono in crescita e le autorità europee fanno sapere che ogni paese dovrà regolarsi in modo autonomo.

L’Olanda ha già disposto il lockdown parziale per tre settimane, poi si vedrà. L’Austria ha varato una misura che sta facendo molto discutere: il lockdown per i soli non vaccinati. E la Germania cerca di limitare al massimo le interazioni sociali ma probabilmente a breve partiranno le chiusure anche lì. Oltre alla tragedia sanitaria si somma anche il danno per l’economia. L’Europa è in una ripresa post covid. Nuove chiusure sarebbero veramente tragiche per una ripresa che esiste, ma è comunque fragile. Anche perché contemporaneamente l’Europa lotta contro l’inflazione e contro la crisi della supply chain. In particolare in Germania è nato un dibattito molto serrato sulla possibilità delle chiusure.

La fragile Germania

Alcuni non vogliono assolutamente sentir parlare di lockdown perché l’economia tedesca si sta rivelando più fragile del previsto. Il comparto automobilistico tra crisi dei chip e caro energia sta facendo davvero fatica a riprendersi dalla crisi e più in generale a trovare una sua nuova collocazione internazionale. I clienti cinesi non amano più le auto tedesche come le amavano un tempo. Molti in Germania non vogliono neppure sentir parlare di lockdown, ma purtroppo i numeri sono in aumento e prima o poi si potrebbe arrivare a questa misura drastica. Mai drastica come quella presa in Austria. Il lockdown riservato ai non vaccinati è apparsa a molti una misura troppo dura e discriminatoria, ma il governo austriaco non ha voluto sentire ragioni. Insomma su questa fragile ripresa, pesa l’ombra del covid e delle chiusure, molto più di quanto non si temesse.

Leggi anche: La quarta ondata sarà la prima con l’inflazione e tutto è più difficile

In Italia i numeri sono più bassi, ma comunque in crescita.

Leggi anche: Ecco come fare la spesa con l’inflazione: i rincari non sono tutti uguali

Eppure anche da noi c’è chi invita a cautela e rigore per scongiurare chiusure che non sono da escludere.