Chi sono quelli che si stanno arricchendo con i Bitcoin e come fanno

Alcuni risparmiatori si stanno arricchendo davvero tanto con Bitcoin e criptovalute: vediamo chi sono e come fanno.

Inutile negare che le criptovalute negli ultimi anni sono state uno dei grandi poli di attrazione del mondo del risparmio e del trading. Anzi, diciamo meglio che queste valute virtuali sono state un’autentica calamita dell’attenzione pubblica. Molti ne hanno paura, altri la vedono come una straordinaria opportunità di guadagno, ma la maggior parte non le capiscono. In effetti è strano parlare di una moneta che non è emessa da uno Stato e che dei semplici privati, spesso perfino un po’ misteriosi, si sono inventati dal nulla.

Passaparola

Sentire poi che questo comparto del tutto immateriale ed anche un po’ velleitario vale 3000 miliardi di dollari nel complesso, fa un po’ girare la testa. Ma in effetti chi sono le persone che si stanno arricchendo grazie alle criptovalute? Si tratta di una categoria molto molto eterogenea. Ci sono veri e propri trader che le studiano tramite l’analisi tecnica. Ci sono risparmiatori che vogliono semplicemente diversificare. La maggior parte sono persone comuni attratte dai continui rialzi di queste criptovalute. Le cripto in effetti dividono il mondo della Finanza, perché c’è chi le ama e c’è chi le teme. Un nodo certamente cruciale è quello della regolamentazione. Attualmente le criptovalute non sottostanno e nessun tipo di regolamentazione che possa tutelare l’utente o che anche soltanto le organizzi in qualche modo. Savona le ha definite un far-west, ma in realtà sono tanti ad aver utilizzato questa espressione perché in effetti ad oggi manca una normativa.

Normativa

L’impatto che avrà questa regolamentazione delle criptovalute che arriverà presumibilmente nei prossimi anni è piuttosto ambiguo. Secondo alcuni potrebbe letteralmente uccidere un settore che fino ad oggi è cresciuto molto anche grazie all’anarchia di fondo. Secondo altri in realtà una regolamentazione potrebbe momentaneamente indebolire il comparto, ma a lungo termine lo renderebbe più appetibile nei confronti di quegli investitori più prudenti. Quello che è certo è che sempre più investitori istituzionali stanno puntando sulle cripto e che il loro utilizzo nella vita di tutti i giorni si va diffondendo. Goldman Sachs ha fatto clamore qualche giorno fa definendo addirittura l’oro il Bitcoin dei poveri.

Leggi anche: I Bitcoin sono meglio dell’oro. Goldman Sachs stupisce tutti

Insomma chi oggi si sta arricchendo con il Bitcoin, lo sta facendo assumendosi un notevole rischio perché molti temono possa trattarsi di una tremenda bolla.

Leggi anche: Arrivano le tanto temute regole sulle crypto. Bitcoin crolla del 10%

Ma forse nei prossimi anni con l’arrivo di una normativa ben fatta questo investimento potrà essere giudicato sempre più ordinario.