Novità sull’incentivo lavoro autonomo: soldi extra per il Reddito di Cittadinanza

La circolare numero 175 del 22 novembre 2021 INPS, va a chiarire meglio l’incentivo lavoro autonomo.

L’incentivo per il lavoro autonomo è un bonus extra per chi percepisce il reddito di cittadinanza e decide di aprire un’attività in proprio. Con la circolare 175 appena pubblicata, l’INPS chiarisce una serie di punti. Vediamo chi può beneficiare del beneficio dell’incentivo lavoro autonomo e come fare per richiedere il beneficio. Si deve far parte di un nucleo familiare che percepisce il reddito di cittadinanza. Quindi non soltanto il richiedente del reddito ma anche tutti i soggetti del nucleo familiare possono chiedere questo bonus per il lavoro autonomo. Il secondo requisito è che entro i primi dodici mesi della percezione del reddito devono avere avviato un’attività autonoma o un’impresa individuale oppure si deve aver sottoscritto una quota in una cooperativa. Vediamo adesso quali sono le attività che vengono riconosciute ai fini del beneficio.

Uno strumento per mettersi in proprio

Sono sostanzialmente le stesse che consentono di ricevere l’incentivo all’autoimprenditorialità per coloro i quali percepiscono l’indennità di disoccupazione. È importante sottolineare che quelle attività iniziate prima del riconoscimento del reddito di cittadinanza o dopo i 12 mesi non rientrano in questo beneficio. Poi bisogna anche tener presente che il beneficio è erogato una volta sola per ogni nucleo familiare. Dunque se all’interno del nucleo familiare già un’altra persona ha usufruito del beneficio, esso non può essere chiesto più. L’incentivo per il lavoro autonomo vale circa 6 mensilità del reddito di cittadinanza. Ma ha un tetto massimo. Dunque il tetto massimo è quello dei €780 mensili. Questa somma però viene erogata in un’unica soluzione: di conseguenza il massimo che può essere erogato è €4680.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza: date degli accrediti di novembre e novità

Uno strumento decisamente utile per chi voglia approfittare del RdC per iniziare una sua attività.

Leggi anche: Novità Reddito di Cittadinanza: in alcuni casi, sequestro conto corrente

Per avere il beneficio per il lavoro autonomo bisogna utilizzare il modello “Rdc-Com Esteso”.