Spid Poste, si segnalano problemi. Vediamo che succede e cosa fare

Vediamo cosa sta succedendo al servizio Spid erogato da Poste Italiane. 

Con lo Spid si è avuta una notevole trasformazione dei rapporti tra i cittadini e la pubblica amministrazione. Infatti con lo Spid i rapporti con la pubblica amministrazione vengono digitalizzati e resi più snelli. La maggior parte delle persone attiva lo Spid alle Poste. Ma può capitare che lo Spid delle poste in vada incontro a delle difficoltà. Possono capitare dei malfunzionamenti che rischiano di mettere in crisi l’utente. Ed in questo periodo si stanno segnalando casi del genere. Vediamo cosa fare. È importante capirlo perché ormai lo Spid serve per accedere a tantissime funzioni, tra l’altro anche relative all’Inps e all’Agenzia delle Entrate. Probabilmente i problemi che molti stanno riscontrando nell’utilizzo dello Spid sono legati ai recenti aggiornamenti della piattaforma delle Poste.

Ormai serve per tante cose

Infatti purtroppo da poco lo Spid è stato reso a pagamento delle Poste Italiane e gli aggiornamenti necessari alla piattaforma probabilmente stanno creando questi disguidi. In realtà a quanto si apprende in queste ore ci sarebbero varie tipologie di disguidi e problemi tecnici legati a questi aggiornamenti. Dunque i vari problemi che gli utenti stanno venendo con lo Spid delle Poste non sarebbero riconducibili ad un unico bug ma si dovrebbe andare a capire caso per caso che cosa c’è che non va. Di conseguenza l’unico modo è rivolgersi all’assistenza di questo servizio. Solo così potremmo andare a capire quale specifico inconveniente sta incontrando il nostro account Spid. L’assistenza tramite operatore è attiva dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20 mentre invece l’assistente digitale è attivo sempre anche se molti non lo amano.

Leggi anche: Pensioni: vediamo che succede agli scatti aspettativa di vita col Covid

Insomma una figura non bella per Poste Italiane che già aveva indispettito i suoi clienti facendo passare l’attivazione dello Spid, da gratuita a pagamento.

Leggi anche: PostePay bloccata: ecco la nuova truffa via mail e come difendersi

Infatti attivare il servizio presso Poste Italiane ora costa 12 euro.