INPS: nuovi servizi a disposizione dei pensionati e percettori NASpI

Arrivano novità per quanto riguarda i rapporti tra i pensionatati e l’INPS, ma non solo.

INPS ed App IO si evolvono grazie ad un accordo tutto particolare tra l’istituto Nazionale della Previdenza Sociale e Pago PA. Pago PA ricordiamo che è la società che gestisce proprio la famosa app IO. In sostanza parliamo di tante nuove funzioni a disposizione dei pensionati, ma non solo. Si potrà, ad esempio, sapere lo stato di avanzamento delle proprie richieste o avere sempre sotto controllo tutta la propria corrispondenza con l’INPS. Ma queste novità non coinvolgono soltanto i pensionati. Anche chi purtroppo ha perso il lavoro e sta cercando di ottenere la Naspi potrà utilizzare l’app io per facilitare, almeno dal punto di vista burocratico, la procedura e per monitorare il suo stato di avanzamento. Tutte le varie comunicazioni dell’INPS saranno a disposizione di chi effettivamente ne ha bisogno direttamente tramite l’app.

Tante perdite di tempo evitate

Ma questo è solo l’inizio di una trasformazione graduale che permetterà alle varie sezioni della pubblica amministrazione di far dialogare tra loro le rispettive banche dati. Vediamo quali vantaggi concreti ci sono per l’utente. Attualmente perdiamo tantissimo tempo per ottenere certificati dalla pubblica amministrazione che hanno il solo scopo di essere poi riconsegnati ad uffici diversi sempre della pubblica amministrazione. Un piccolo paradosso che in Italia è sempre esistito. Ma presto con l’evoluzione dell’app IO e delle varie banche dati dei servizi pubblici, tutto questo dovrebbe finire e la pubblica amministrazione dovrebbe far dialogare le sue proprie sezioni tra loro in modo tale che al cittadino non sia chiesto più nulla che la pubblica amministrazione in definitiva non sappia già.

Leggi anche: Superbonus 110% e condominio minimo: tutte le novità

Insomma niente più code e burocrazia inutile, ma soprattutto niente più perdite di tempo.

Leggi anche: Pensioni: arriva l’uscita anticipata di 5 anni, vediamo chi ha diritto

Progressivamente le novità arriveranno sull’app IO che renderà snellirà sempre di più le procedure burocratiche.