Canone RAI 2022: ecco i nuovi termini per essere esonerati

Tante cose stanno cambiando per il canone RAI. Ma è importante sapere come evitarlo.

Una delle tasse più odiate dagli italiani sembra ormai un vero cantiere aperto. Innanzitutto a movimentare le acque ci ha pensato lo stesso presidente della RAI chiedendo che il canone venisse applicato anche a smartphone e tablet. Inutile dire che la proposta ha suscitato una valanga di polemiche e così il Parlamento fortunatamente non l’ha presa in considerazione. Ma l’odiatissima tassa che molti considerano veramente ingiusta, ha anche più vie per non essere pagata. Ovviamente non stiamo parlando di vie illegali che sono sempre e comunque da evitare, ma due vie consentite espressamente dalla legge. La prima è quella di presentare dichiarazione sostitutiva. Con la dichiarazione sostitutiva si va a dichiarare allo stato di non possedere apparecchi televisivi. Vediamo che cosa vuol dire. La dichiarazione sostitutiva va a rovesciare quello che l’Agenzia delle Entrate dà per scontato, vale a dire che ogni casa che abbia un utenza elettrica deve avere per forza un televisore. L’Agenzia delle Entrate lo dà per scontato ma in molti casi potrebbe anche non essere vero.

Più modalità per evitarlo

Dunque tutti quegli italiani che non hanno apparecchi televisivi non devono far altro che presentare dichiarazione sostitutiva per non pagare il canone indebitamente. Ma ci sono alcune cose da tener presente. La dichiarazione sostitutiva va presentata anno per anno. Dunque il fatto di averla presentata l’anno scorso non ci esime dal doverla presentare anche quest’anno. Precisamente va presentata entro il 31 gennaio del 2022. Con la dichiarazione che presenteremo entro il 31 gennaio saremo esentati per tutto il 2022. Si può presentare in vari modi, tra l’altro anche attraverso il portale dell’Agenzia delle Entrate. Ma si può fare anche tramite raccomandata o tramite PEC. Tuttavia è assolutamente importante ricordare che bisogna dire la verità. Se si salta la data del 31 gennaio 2022, una seconda data utile per chiedere l’esenzione dal canone RAI è il 30 giugno 2022.

Leggi anche: Bonus depuratore 2022: 1.000 o 5.000€ e non compri più acqua minerale

Ma presentando la domanda entro questa seconda scadenza si sarà esonerati soltanto per il secondo semestre.

Leggi anche:Bonus bollette 2022: arrivano due vie diverse per averlo

Importante poi ricordare che chi ha più di 75 anni o un ISEE inferiore ai €8000 non deve pagare il canone RAI e l’esonero scatta in automatico senza dichiarazione sostitutiva.