Arriva il Bonus Internet Fase 2 e vale €2.500 subito. Ecco come averlo

Certamente in epoca di smart-working un bonus che favorisca la digitalizzazione e connessione è particolarmente utile ed importante.

Dunque non deve stupire l’arrivo di un bonus focalizzato proprio sul miglioramento delle connessioni ad internet. Gli esperti infatti dicono che il livello generale della connessione internet in Italia è piuttosto basso rispetto ai partner europei e di conseguenza un bonus che vada ad intervenire in questo senso è particolarmente azzeccato. Tra l’altro migliorare il livello medio delle connessioni al web è una manovra strategica soprattutto in vista di un protrarsi dell’incertezza riguardo al covid-19. Sempre nuove varianti vengono fuori e di conseguenza c’è sempre il rischio di chiusure e locktown. Dunque perché lo smart working funzioni a dovere ma anche perché le aziende possano ben competere a livello internazionale è importante che le connessioni migliorino. Il Mise ha comunicato a fine 2021 tramite il proprio sito ufficiale la partenza del cosiddetto bonus internet. In realtà questo è in particolare il voucher internet di fase 2.

Un bonus comodo e strategico

Si tratta di un voucher che può oscillare tra €300 e €2000 per attivare una connessione internet di particolare potenza. Si avrà diritto a €500 in più per il passaggio ad una connessione da 1 Gbit/s. A poterne beneficiare sono le imprese che desiderano migliorare il livello della propria connessione al web. Il budget messo a disposizione è pari a 609 milioni di euro. Giancarlo Giorgetti e il suo Ministero stimano che fino ad un milione 400 mila imprese potranno trarre beneficio da questo bonus. Ogni azienda potrà chiedere un solo voucher. Al Ministero sono fiduciosi che questo impegno da parte del governo possa rendere le imprese più competitive.

Leggi anche: Mutuo anche ai precari: se sei under 36 garantisce lo Stato col Bonus

Ma questo bonus può anche rendere le aziende meno restie a concedere lo smart working in caso di bisogno o come pratica anche più usuale.

Leggi anche: Bonus Mobili 2022: ecco che succede se il Superbonus 110% viene ceduto

Infatti permane tra le aziende italiane una certa diffidenza al lavoro agile.