Canone RAI: fuori dalla bolletta. Scade il 31 gennaio la domanda per esenzione

Molti sostengono che il canone della RAI insieme al bollo dell’auto siano tra le due tasse più detestate dagli italiani.

Non pochi, infatti vorrebbero evitare di pagare un servizio che non amano o di cui non usufruiscono. Come vedremo ciò è possibile ma ci sono dei paletti. Tuttavia per il canone della RAI tante cose stanno cambiando ed è meglio essere informati ed agire per tempo. Si era parlato di un canone RAI Addirittura esteso quest’anno anche a smartphone e tablet. Sarebbe stata davvero l’ennesima stangata ma il Parlamento non è andato in quella direzione. Invece è stata confermata la decisione dell’uscita del canone RAI dalla bolletta dell’energia. Tuttavia questa uscita scatterà nel 2023. Questo significa che in questo 2022 continueremo a pagare il canone della televisione in bolletta. Di conseguenza pagheremo 10 rate da €9 se la bolletta dell’energia ci arriva mensilmente oppure un minor numero di rate ma più corpose. Tutto dipende dalla frequenza con cui il nostro gestore dell’energia emette la bolletta. Ma tanti Italiani già non pagano il canone RAI. Sono quegli italiani che hanno chiesto l’esenzione. Ma attenzione però perché per l’esenzione vale una regola ben precisa: va richiesta ogni singolo hanno.

Come essere esentati e rischi

Tra l’altro la scadenza per essere esentati dal canone RAI scade tra poco: scade il 31 gennaio. Questo significa che sia chi era già esentato lo scorso anno e sia chi desidera esserlo da quest’anno, dovranno presentare la domanda entro il 31 gennaio. Solo così si potrà evitare il canone RAI in bolletta in questo 2022. Ma attenzione però perché per chiedere l’esenzione bisogna non avere in casa televisori o comunque strumenti atti a vedere la Rai. Dunque chiunque può chiedere l’esenzione dal canone RAI ma deve dire la verità.

Leggi anche: Sostituire il Canone RAI con l’abbonamento Netflix: ecco come si fa

Se si mente questa dichiarazione si rischiano sanzioni assai gravose.

Leggi anche: Pioggia di nuovi bonus 2022: ora sono nel modello 730

L’altra data utile per l’esenzione è il 30 giugno, ma in questo caso si sarà esentati solo per la seconda metà dell’anno.