Poste Italiane e BancoPosta: la truffa che svuota il conto. Ecco la trappola

Poste Italiane e BancoPosta offrono servizi di grande successo presso il pubblico. Ecco come i criminali ne approfittano.

Sono tantissimi gli italiani che usufruiscono dei servizi di Poste Italiane e di BancoPosta. La grande diffusione sul territorio, ma anche la grande attenzione alla sicurezza fanno sì che questi prodotti siano sempre molto gettonati tra i risparmiatori e i consumatori. Ma questa grande diffusione di questi prodotti fa sì anche che spesso siano oggetto di tentativi di truffe assai pericolosi. Bisogna stare in guardia dai messaggi che sembrano provenire da Poste Italiane o da BancoPosta. Non ha importanza che siano sms, email o addirittura messaggi su WhatsApp. Vediamo qual è l’ultimo che sta circolando e che sta mettendo nei guai numerosi utenti. E’ giunto sugli smartphone di vari utenti un messaggio che li mette in guardia su una presunta anomalia sul proprio conto BancoPosta. Ovviamente non c’è Poste Italiane dietro questo messaggio ma una banda di truffatori.

Ecco cosa evitare assolutamente

L’utente che riceve questo messaggio inquietante, spinto dalla voglia di regolarizzare il proprio conto potrebbe cliccare sul link ma questo è assolutamente da evitare. Cliccando sul link, infatti si accederebbe ad una pagina di Poste Italiane. Ma questa pagina avrebbe soltanto le sembianze del vero sito di Poste Italiane o BancoPosta. In realtà sarebbe una pagina web trappola che serve soltanto per carpire le credenziali di accesso. Una volta arrivati alle credenziali di accesso sul conto, i criminali possono svuotarlo in piena libertà. Estremamente importante fare attenzione a questa truffa. Se si riceve questo messaggio non bisogna in alcun caso cliccare sul link e non bisogna fidarsi. Eppure sono tanti gli italiani che cadono in queste trappole.

Leggi anche: Attenzione alla nuova truffa bancaria, ecco come ti svuotano il conto corrente

Entrare in questi siti creati ad arte significa far andare a segno la truffa.

Leggi anche: Agenzia delle Entrate: email su IVA. Attenzione alla pericolosa truffa

Dunque mai cliccare sul link e segnalare alle forze dell’ordine.