Bonus Mobili: pompa di calore e classe energetica, novità dalle Entrate

Il Bonus Mobili 2022 è una gradita riconferma tra i bonus casa. Ma ora l’Agenzia delle Entrate lo cambia.

Con l’ultima finanziaria, infatti il bonus mobili è stato riconfermato ma anche diminuito. Infatti se il bonus mobili nel 2021 valeva €16.000 in questo 2022 vale solo €10.000. Dunque sicuramente un bonus mobili depotenziato ma comunque sia molto allettante e molto interessante per gli italiani. Vediamo come funziona e cosa cambia. Il bonus mobili e grandi elettrodomestici consente agli italiani l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici che servano a riammobiliare una zona della casa nella quale ci sia stato un intervento edilizio. Dunque sicuramente una grande convenienza per tanti Italiani. Gira su internet l’idea che questo bonus possa essere fruito anche in assenza di interventi edili. Ciò non è vero: perché si possa usufruire del bonus mobili e grandi elettrodomestici c’è bisogno di qualche genere di intervento. Ma l’Agenzia delle Entrate ultimamente ha posto in essere dei chiarimenti che come sempre modificano e puntualizzano meglio questo bonus.

Ecco le novità

Innanzitutto c’è bisogno che i grandi elettrodomestici acquistati con questo bonus siano di una classe energetica particolarmente alta. Infatti lo scopo del bonus è proprio quello di premiare quegli italiani che vanno ad acquistare elettrodomestici ecologici. In secondo luogo tutti i pagamenti devono avvenire in una modalità tracciabile. Se non ci sono pagamenti tracciabili in bonus non si potrà avere. Fondamentale poi che i mobili e grandi elettrodomestici siano stati comprati dopo i lavori e non prima. Ma ultimamente è intervenuta l’Agenzia delle Entrate per chiarire se l’installazione di un condizionatore a pompa di calore sia da considerare un intervento tale da poter giustificare il bonus mobili.

Leggi anche: Bonus facciate 2022: scatta al 60%, ma con le novità sui balconi conviene

L’agenzia ha risposto favorevolmente, pertanto in realtà basta poco per avere il presupposto per godere di questo bonus.

Leggi anche: Nuova IRPEF, Bonus Renzi, detrazioni e busta paga: orientarsi nel 2022

Dunque se è vero che il bonus non si può avere da solo è anche vero che bastano interventi minimi.