Occuparsi di cani e gatti: lavoro richiesto e c’è il Bonus se sono tuoi

Il mercato del lavoro è assai fragile e problematico, ma c’è una professione sempre più richiesta in Italia che può rendere bene e alla quale non mancano mai i clienti.

La cura di cani e gatti è sempre più richiesta e si tratta di un vasto arcipelago di lavori e servizi molto variegati. Dog sitter e Pet sitter sono sempre più ricercati e tanti Italiani stanno aprendo dei veri e propri alberghi per animali. Il fatto è che con la pandemia il numero di cani e gatti posseduti dagli italiani è cresciuto davvero tanto e praticamente quasi ogni famiglia ne ha uno o più di uno. Ma spesso gli impegni lavorativi i viaggi o problemi di vario genere rendono difficoltoso occuparsi di questi animali ecco che dunque tantissime famiglie hanno bisogno di una figura di riferimento che possa portare a spasso il cane o dargli da mangiare quando il padrone non c’è eccetera.

Tanti lavori ed il bonus

Questo è uno di quei nuovi lavori che possono rendere anche bene, specie nel caso della toelettatura di animali o dei veri e propri alberghi per animali. Servizi che sono sempre più ricercati dai padroni che spesso non sanno come risolvere le incombenze legate ai piccoli amici di casa. Ma lo Stato per venire incontro a chi ha dei piccoli amici domestici anche messo in campo un bonus da €550 molto vantaggioso. Questo bonus copre tutte le spese veterinarie fino ad un tetto massimo appunto di €550. Nato con il governo Conte all’inizio della pandemia, valeva 500 euro. Ma ora è stato alzato a 550. Ovviamente per avere il bonus fruibile come detrazione IRPEF bisogna che le spese veterinarie siano tutte documentate e tracciabili.

Leggi anche: Bonus Renzi, nuova beffa: alcuni festeggiano i €1200 ed altri restituiscono

E’ anche necessario poter comprovare la proprietà dell’animale.

Leggi anche: Altro che RdC, arriva il Reddito di Base Universale. Come averlo

Insomma un gruppo di lavori di sicuro interesse per molti.