Benzina da paura: tra poco a 2€, prima di fare scorta devi valutare questo

Il caro benzina è davvero un allarme per le famiglie italiane e per l’economia.

Le stangate continue sui carburanti sono una mannaia per le famiglie italiane che già non riescono a pagare le bollette. Le associazioni a tutela dei consumatori lo dicono chiaramente: il prezzo della benzina ormai ha toccato gli 1,8 euro e i €2 ormai sono vicini. La benzina aumenta sempre e sono gli esperti del mercato dell’energia a spiegare il perché. Le forti tensioni e speculazioni sul mercato energetico e soprattutto sul mercato delle materie prime sono davvero fortissime. I paesi produttori di gas naturale e di petrolio tengono bassa la produzione e fanno schizzare i prezzi al cielo. Ulteriori aumenti saranno praticamente inevitabili tanto sulla benzina che sulle bollette e gli italiani tremano. Per tante famiglie l’unica soluzione sarebbe un’arrivo veloce del Reddito di Base Universale per avere un po’ di respiro. Ma finché questa misura non partirà, gli italiani hanno paura di non farcela.

Riempire le taniche? Ci sono idee migliori

Si sta diffondendo l’idea di fare scorte di benzina benché carissima proprio in vista degli ulteriori rincari. L’Italia non è l’unico paese d’Europa nel quale si ragiona così. Siccome i prossimi rincari sono praticamente scontati, molti cominciano a riempire taniche di benzina oggi per usarla domani quando costerà ancora di più. Ha senso fare questo tipo di discorso? È vero che gli aumenti sul costo della benzina sono probabili ma non sono assolutamente certi per cui chi fa questo potrebbe guadagnare come perdere. Sicuramente più sensato appare utilizzare i trucchi e gli accorgimenti che le associazioni dei consumatori consigliano caldamente a tutti gli automobilisti e che trovate qui. Davvero importante per tutti seguirle.

Leggi anche: Stangata luce e gas: leggendo la bolletta scopri se hai avuto il bonus

Purtroppo, però, le probabilità maggiori sono che la benzina aumenti.

Leggi anche: Il nuovo allarme: questi elettrodomestici sono vietati col caro bolletta

Insomma per tanti italiani il rischio di povertà energetica è concreto.