Segna col pennarello: nuove scadenze fiscali febbraio, tolleranza zero

Pericoloso scordare che a febbraio arrivano una nutrita serie di scadenze fiscali.

Vediamole tutte per evitare di incorrere in sanzioni e guai spiacevoli. Il fisco quest’anno come tutti sappiamo è diventato più duro e la tregua degli anni scorsi è decisamente terminata. Si inaspriscono pene ed accertamenti e le lettere che stanno arrivando agli italiani non promettono nulla di buono. Dal primo febbraio fino al 30 Aprile 2022 possono essere inviate le dichiarazioni IVA e Lipe per il quarto trimestre del 2021. Ma la data forse più chiacchierata e più controversa è quella relativa al Superbonus 110% e ai bonus casa in genere. Infatti fino al 7 febbraio è possibile la cessione del credito illimitata, cioè quella secondo la normativa sino ad oggi. Ma oltre il 7 febbraio cessione del credito e sconto in fattura saranno cedibili una volta sola.

Tante scadenze

Questo limite ha suscitato un vespaio di polemiche perché secondo molti esperti del mondo dell’edilizia costituisce un grosso freno e un grosso deterrente al bonus casa in generale e non solo al superbonus. Questa data diventa importante soprattutto per i cantieri già aperti perchè si rischiano cause e contenziosi. Per quanto riguarda il pagamento dell’imposta di bollo di istituti di credito SIM e società di questo genere la scadenza è il 10 febbraio. Il 16 febbraio invece abbiamo tutta una serie di adempimenti. Innanzitutto c’è il versamento dell’IVA di gennaio 2022 mediante modello F24 con Codice Tributo 6001. Poi c’è anche il versamento Irpef per quanto riguarda le ritenute d’acconto dei sostituti d’imposta. Alla stessa data ci sono anche i contributi INPS erogati dal datore di lavoro sulle buste paga di gennaio. Attenzione a saltare queste importanti da te per evitare fastidi e sanzioni.

Leggi anche: Fisco: stretti all’angolo dal nuovo algoritmo che di noi sa persino questo

Un tema caldissimo e quello del ritorno di rottamazione e saldo e stralcio e i presupposti ci sono.

Leggi anche: Rottamazione, saldo e stralcio: finalmente l’ossigeno, la gioia dei nuovi termini

E non dimentichiamo che il penale oggi scatta più facilmente.