Supermercato e conto corrente: le scelte che il Fisco ora non perdona

Il Fisco cambia completamente in questo 2022 da molti punti di vista e gli italiani dovranno stare bene attenti alle loro abitudini perché essere stangati è diventato semplicissimo.

Il fisco ha ricevuto dalla autorità garante per la privacy la possibilità di svolgere indagini estremamente approfondite sulla vita dei cittadini.

In buona sostanza il fisco potrà sapere qualsiasi cosa di noi incrociando numerose banche dati. Vediamo quali comportamenti è meglio evitare e che cosa il fisco controllerà della nostra vita. Il garante per la privacy ha dato la possibilità al fisco di accedere a numerose banche dati e passare letteralmente ai raggi x la vita dei cittadini purché il cittadino stesso sia coperto da pseudonimo.

Passati ai raggi X

Con questo escamotage il fisco potrà consentire ai suoi operatori di sapere proprio tutto dei contribuenti perché il loro nome risulta occultato. Le nuove indagini fiscali si concentreranno su più linee guida forti. Innanzitutto nel mirino ci sono i bonus casa. Chiunque abbia beneficiato dei bonus casa riceverà un trattamento di particolare attenzione da parte dell’Agenzia delle Entrate perché ben 4 miliardi di euro di frodi sono emersi a causa di questo bonus ed il fisco vuole capire chi le ha approfittato. Ma oltre ai bonus saranno anche le detrazioni per le spese sanitarie ad essere particolarmente attenzionate.

Chi è nel mirino

Certamente le frodi del bonus casa hanno fatto più rumore, ma anche riguardo le detrazioni fiscali sulla salute sono emerse troppe irregolarità e l’attenzione sarà alta. Soprattutto il fisco incrocerà i dati di carte di credito e conto corrente. Infatti è proprio attingendo a questi dati il fisco può capire quali sono le abitudini di spesa e di consumo del cittadino. Dunque prelievi di danaro troppo ravvicinati o troppo ingenti al bancomat saranno un campanello d’allarme di qualcosa di anomalo. Attentamente monitorate saranno le spese di tutti i giorni tramite la carta di credito che fornisce al fisco un vero e proprio spaccato delle abitudini di spesa dei cittadini.

Leggi anche: Bonus ascensore e barriere architettoniche: 75% o 110% con la novità

Leggi anche: Nuovi bonus auto proporzionati al reddito: ecco le auto scontate

Il fisco stabilisce un determinato comportamento standard relativamente all’introito di un contribuente. Chi dovesse discostarsi in modo troppo marcato nelle sue abitudini di vita di tutti i giorni da questo comportamento sicuramente attirerà le attenzioni dell’agenzia delle entrate e della Finanza. Non solo il supermercato ma anche l’auto è particolarmente considerata un elemento da valutare per ipotizzare evasioni.