Reddito di Cittadinanza e Reddito di Base: il regalo arriva dall’Europa

Chi può averli entrambi e chi rischia. Reddito di Cittadinanza e Reddito di Base sono oggetto di tante dispute ultimamente ed è importante fare chiarezza su due aiuti molto importanti, ma anche molto diversi.

Il reddito di base universale è una misura importantissima a sostegno dei redditi più bassi che può entrare in vigore da giugno di quest’anno.

Tanti la attendono con ansia, ma non va confusa con il reddito di cittadinanza. Il reddito di base universale è una misura disposta dall’Unione Europea. Ma vediamo di capire meglio questa nuova prospettiva. A giugno il Parlamento Europeo potrebbe far entrare in vigore il reddito di base universale per tutti i cittadini europei. Un’autentica svolta e una boccata di ossigeno specialmente per chi non ce la fa più a causa dell’inflazione e della precarietà del mercato del lavoro.

Reddito di Base: una svolta

Questa misura non ha nulla a che vedere con il reddito di cittadinanza e attualmente non è chiaro come queste due misure possono eventualmente comporsi tra loro. Se effettivamente il reddito di base europeo entrerà in vigore sarà percepito da tutti i cittadini a prescindere sia dal reddito che dalla ricerca del lavoro. Sono evidenti le differenze con il reddito di cittadinanza che è legato al l’ISEE e che pertanto molti non riescono a ricevere benché siano in difficoltà e che è anche legato alla ricerca attiva di un lavoro. Ma perché in Europa si discute di elargire un reddito di base a tutti i cittadini?

Quando arriva e come chiederlo

Le motivazioni sono molteplici. Innanzitutto le disparità sociali in Europa sono diventate ormai troppo stridenti e milioni di europei vivono sotto la soglia di povertà. Sappiamo bene quanto sia drammatica la situazione nel meridione d’Italia. In secondo luogo il reddito di base universale è una misura importante in prospettiva. Infatti l’avanzata della tecnologia renderà sempre più obsoleti e più inutili tantissimi lavori e pertanto un reddito di base garantito a prescindere dal lavoro diventa imprescindibile. Ma come possono fare i cittadini italiani ad averlo?

Leggi anche: Benzina, panico senza precedenti: supera i €2 e le pompe restano a secco

Leggi anche: I 3 maledetti elettrodomestici che valgono mezza bolletta: spegnili ora

Attualmente presso l’Unione Europea è in corso un referendum. Dunque si può firmare anche comodamente on-line questo referendum perché il reddito di base universale approdi finalmente in Parlamento e possa essere concretamente erogato a tutti i cittadini. Ma attenzione però perchè il referendum per averlo scade a giugno e se non si saranno raccolte le firme necessarie questa opportunità andrà persa.