Stangata inflazione + guerra: cosa non trovi più e come risparmiare

I terribili fatti che stanno avvenendo in Ucraina mettono il turbo all’inflazione e per i consumatori italiani il danno è molteplice. 

Uno scenario di guerra realmente imprevisto e che ha scosso il mondo. Un mondo già provato da aumenti selvaggi di gas, luce e benzina. Ma con la guerra cambia tutto e la nuova stangata doppia si profila come un vero pericolo per i consumatori e risparmiatori italiani.

La tensione militare in Ucraina ha fatto immediatamente sentire il suo impatto sul fronte economico. Le borse sono crollate, anche se poi c’ stato un rimbalzo ed i beni di rifugio come l’oro sono schizzati alle stelle. Per i consumatori l’effetto sarà quello di veder sommare l’impatto dell’inflazione già fortissima (ai massimi da decenni) agli ulteriori effetti della tensione internazionale.

Per i consumatori il danno è su più fronti

Un danno su tanti fronti. Innanzitutto la benzina. Il petrolio sui principali mercati internazionali è scambiato a cifre elevatissime e secondo gli esperti il riflesso sulla benzina si farà sentire presto. Infatti ci sia attende un prezzo della benzina che possa toccare i 2,5 o addirittura i 3 euro in tempi brevi. Questo oltre ad essere l’ennesimo salasso per gli italiani, rappresenta un rischio concreto di blocco merci. Infatti i Tir in alcune regioni italiane come Puglia e Sicilia hanno già iniziato a fermarsi. Ma se la benzina dovesse salire ancora c’è la reale possibilità che si fermino in tutta Italia.

Supermercati vuoti e bollette alle stelle

Le associazioni a tutela dei consumatori paventano un rischio concreto che i supermercati si svuotino. Infatti il blocco Tir non solo farebbe scattare il rischio che i supermercati non riescano ad approvvigionarsi, ma anche che l’industria si fermi per carenza di materie prime o di semilavorati. Ma ovviamente la stangata più forte ci sarebbe sulla bolletta. Le bollette di oggi sono giunte ad un livello altissimo e ARERA rivela che il peso sulle famiglie è raddoppiato in 12 mesi.

Leggi anche: Bolletta: che salvezza, cuoci la pasta quasi senza gas con questo trucco

Leggi anche: Luce e gas: i 4 elettrodomestici che ti dissanguano, ecco come salvarti

Eppure il nuovo scenario di tensione bellica può farlo crescere a dismisura. Cgia di Mestre ha sottolineato come le misure messe in campo dal Governo incidano pochissimo e con la nuova ondata di rincari che si attende, rischiano di avere un impatto quasi nullo. Risparmiare in ogni modo e dunque necessario e negli articoli linkati vi offriamo i consigli degli esperti.