Pensioni sociali: senza preavviso l’INPS può fare la terribile sorpresa

Le pensioni sociali sono uno strumento importante per tanti anziani che senza non avrebbero un sostentamento.

Ma se ultimamente si parla tanto del ricalcolo del Reddito di Cittadinanza è importante capire cosa cambia per le pensioni sociali. In questo momento la vita si fa decisamente più dura e a farne le spese sono proprio le persone più economicamente fragili. Gli aumenti terribili di gas e luce sono solo all’inizio.

Dunque proprio per chi percepisce la pensione sociale questi aumenti sono particolarmente drammatici. Infatti se le associazioni a tutela dei consumatori avevano denunciato bollette raddoppiate in dodici mesi, con la crisi in Ucraina le cose probabilmente peggioreranno. La pensione sociale dunque viene messa a dura prova vista la sua esiguità, ma ciò che spaventa tanti anziani sono proprio i ricalcoli. Difatti la pensione sociale sta per essere ricalcolata in tanti casi differenti. Vediamo quali.

I casi di ricalcolo

Sono molteplici i casi di ricalcolo. Specifici benefici che decadono per scadenza o una variazione di qualsiasi genere nella situazione di chi beneficia di questo strumento. Ma gli adeguamenti possono essere anche in positivo. Ad esempio si possono ricevere arretrati oppure ci possono essere casi di aumento per l’adeguamento all’inflazione. Ma qui c’è un dato da sottolineare. Effettivamente le pensioni sociali quest’anno sono state ritoccate verso l’alto a causa dell’inflazione. Ma l’adeguamento è stato davvero minimo rispetto al reale rincaro di beni e servizi.

Ecco le batoste

Molte associazioni a tutela dei consumatori sottolineano come gli aumenti delle pensioni, incluse quelle sociali previsti per quest’anno sono davvero minimi rispetto ai rincari che si sono avuti. Aumenti di pochi euro sono ridicoli rispetto alle bollette che raddoppiano ed ora con la crisi ucraina rischiano di raddoppiare ancora. Decisamente misure inadeguate che non potranno che spingere tanti anziani in condizione di grande bisogno. Ma c’è un caso in cui la pensione sociale può essere drasticamente ridotta o anche essere eliminata.

Leggi anche:Sempre più italiani chiedono on-line il Reddito di base, ma averlo sarà difficile

Leggi anche: Luce e gas: i 4 elettrodomestici che ti dissanguano, ecco come salvarti

Va infatti ricordato che la pensione sociale è parametrizzata all’ammontare degli introiti del soggetto. Dunque può facilmente diminuire o azzerarsi se questi aumentano. E’ questo proprio il caso della morte del coniuge. Infatti il triste evento della morte del coniuge può dare diritto al recepimento della pensione di reversibilità con la conseguenza che ciò va ad aumentare gli introiti del soggetto. Questo può, appunto ridurre o far perdere del tutto la pensione sociale.