Razionamenti e mercato nero: chi si prepara ad arricchirsi sulla fame

Gli economisti parlano di scenari foschi ed alcuni approfittatori possono guadagnare cifre folli dalla penuria di cibo.

In questi giorni le forze dell’ordine stanno facendo controlli a tappeto nei supermercati e presso le pompe di benzina. Questo non deve sorprendere perché durante le economie di guerra chi si approfitta della penuria dei beni di consumo può diventare ricco. Se la guerra è una delle più grandi tragedie che possa colpire una comunità è vero anche che è madre di tanti comportamenti bestiali e terribili che è importantissimo conoscere in modo chiaro.

In tante parti d’Italia i cittadini stanno facendo letteralmente incetta di cibo e i supermercati ormai sono deserti. Attenzione perché non sta succedendo dappertutto ma ad esempio in Sardegna la situazione è molto tesa. Ci sono due ordini di problemi che stanno spaventando i cittadini. Il primo è quello più remoto che il cibo sparisce del tutto. Ma in effetti questo è uno scenario che almeno allo stato attuale è lontano. Al contrario però c’è un problema molto più vicino ed è quello del blocco merci. La benzina rischia seriamente di arrivare ai €3 per litro e a quel punto i Tir dovrebbero bloccarsi per forza.

Cerchiamo di capire i controlli a tappeto

Dunque esiste la possibilità concreta che i supermercati rimangano vuoti. Eppure anche con i supermercati vuoti la gente deve mangiare ugualmente. Ecco che potrebbe iniziare quel tragico fenomeno che è tipico delle situazioni di guerra del mercato nero. Personaggi senza scrupoli verosimilmente legati ad associazioni criminali potrebbero riuscire con canali propri a fare grandi scorte di cibo e a venderlo a cifre folli.

Un rischio concreto

Questo oltre ad essere estremamente preoccupante soprattutto per chi è più povero, aumenterebbe di fatto l’inflazione in maniera incontrollabile. Quello che vi stiamo dipingendo è uno scenario che allo stato attuale non esiste e che è che del tutto ipotetico. Ma è importantissimo averlo ben presente davanti agli occhi perché se si dovesse realmente andare a finire ad un blocco merci, fenomeni del genere purtroppo potrebbero accadere. Il Governo cerca di dipingere la situazione sempre in termini tranquillizzanti eppure il rischio del blocco merci è forte.

Leggi anche: Bonus 500 euro, ancora pochi giorni per non perderli

Leggi anche: Bonus auto + Bonus assicurazioni: il Governo raddoppia il regalo

E’ importante sin d’ora segnalare esercizi commerciali che praticano prezzi anomali alle forze dell’ordine. Perché specie dove c’è più penuria di cibo ci sono maggiori probabilità di questi fenomeni.