Cos’è lo spread e perché adesso fa paura

Ciclicamente si torna a parlare dello spread e quando se ne parla significa sempre che la situazione economica italiana è diventata decisamente più precaria.

Vediamo di capire che cosa sta succedendo e che cosa sia lo spread. Lo spread non è altro che la differenza di rendimento tra i titoli di stato italiani e i titoli di stato tedeschi.

Pixabay

Sostanzialmente è un modo per quantificare l’affidabilità economica dell’Italia.

Che significa

Attraverso lo spread sostanzialmente si misura quanto gli investitori internazionali siano disposti a credere nel nostro paese.

Pixabay

Se lo spread è basso vuol dire che gli investitori internazionali sono fiduciosi nei confronti dell’Italia ma se lo spread diventa alto, vuol dire che nei confronti del nostro paese regna una sorta di sfiducia internazionale. Ultimamente lo spread italiano è tornato a crescere e questa ovviamente per l’Italia è una pessima notizia. Ci sono vari fattori che stanno influenzando negativamente lo spread. Innanzitutto il cambio di governo sta innervosendo gli investitori. Infatti ancora non è chiaro come si porrà il nuovo governo meloni nei confronti delle grandi questioni economiche e sociali e così di conseguenza gli investitori internazionali sono nervosi nei confronti del nostro paese.

Perché aumenta

Tuttavia non è soltanto il futuro governo Meloni a fare innervosire i mercati internazionali. Infatti anche il governo della Gran Bretagna con la sua politica di tagli alle tasse ha creato una situazione simile anzi forse ancora più grave. La seconda questione che può mettere seriamente in difficoltà la nostra economia è ovviamente la questione dell’emergenza energetica. La terribile stangata sulle bollette non soltanto colpirà duramente le famiglie e veramente tante non riusciranno a pagare ma colpirà anche le aziende. Tante aziende rischiano seriamente di chiudere proprio perché i costi di gas ed energia sono diventati proibitivi. Ma ad essere molto temuta è anche la recessione economica. Infatti molto facilmente l’Italia potrebbe finire in recessione economica e già tanti indicatori danno la recessione come estremamente probabile.

I fattori di rischio per l’Italia

Con un’Italia in recessione economica ovviamente lo spread non soltanto confermerebbe i livelli attuali ma potrebbe crescere ancora di più. In sostanza lo spread è niente altro che un indicatore della fiducia che la comunità economica internazionale accorda al nostro paese. Il fatto che oggi sia alto impone una serie di riflessioni e impone soprattutto al nuovo governo di porre in essere delle politiche economiche che appaiano serie e rassicuranti. Starà al governo Meloni nei prossimi mesi fare le scelte che possano andare concretamente in questa direzione.