Crisi influencer: in USA li definiscono una bolla e in Cina vietano

Sembra che il ricchissimo mondo degli influencer non sia simpatico proprio a tutti.

Gli influencer negli ultimi anni sono diventati una vera e propria realtà economica di rilievo muovendo un giro d’affari veramente impressionante. Tra pubblicità, sponsorizzazioni, creazioni di marchi propri affiliation marketing,ecc. questi personaggi venuti dal nulla e diventati popolarissimi grazie ai social hanno creato una vera e propria economia tutta loro. Eppure non mancano le critiche. Comportamenti inappropriati ed eccessivi voglia di fare visualizzazione a tutti i costi anche veicolando messaggi sbagliati, ecc. gli influencer si attirano addosso spesso anche numerose critiche. Ma dall’America arriva una percezione assai diversa di questo fenomeno. Secondo alcuni esperti quella degli influencer non sarebbe altro che una clamorosa bolla pronta a scoppiare. Dunque tutto il mercato che si è creato attorno agli influencer sarebbe null’altro che una moda pronta a collassare su se stessa lasciando soltanto le macerie.

Una bolla pronta ad esplodere

Certamente una prospettiva assai cupa per i tanti ragazzi divenuti popolari e spesso anche in grado di guadagnare cifre notevoli grazie ai social. Ma non basta: dall’altra parte del mondo, in Cina più che considerali una bolla, i creator, vengono considerati un vero e proprio pericolo. Infatti il governo ha posto dei paletti piuttosto stringenti a quello che possono fare e dire. E le restrizioni rischiano di danneggiarli economicamente non poco. Che le restrizioni cinesi arrivino in occidente appare quantomeno inverosimile, quindi da questo punto di vista gli influencer nostrani possono stare più che tranquilli. Per quanto riguarda invece l’idea che quella degli influencer sia soltanto una bolla pronta ad esplodere, in effetti la crescita repentina degli affari e delle visualizzazioni di questi personaggi secondo molti somiglia più ad una moda pronta a passare che alla nascita di una vera e propria economia.

Leggi anche: Paradosso influencer: in alcuni casi le spese superano i guadagni

Certamente per ora questo settore è forte e non mostra segni di cedimento.

Leggi anche: NFT: occasione di guadagno unica per piccoli influencer creativi

Ma in Cina ovviamente adesso cambia tutto: qualsiasi comportamento che non sembri in linea coi valori dello Stato sarà subito censurato.