Fattura elettronica 2022: tante novità, anche forfettari, medici, esterometro

La fattura elettronica è stata una piccola grande rivoluzione che ha cambiato le abitudini di tanti. Ma ora ci sono tante novità.

Ma vediamo le tante novità in arrivo. La Commissione Europea ha prorogato la fattura elettronica fino al 31 dicembre 2024. Dunque la fattura elettronica avrà una vita più lunga di quanto inizialmente previsto. Già alcune fonti avevano annunciato questa proroga e adesso è arrivata ufficialmente. Ma c’è anche un’altra notizia in arrivo: la platea degli obbligati alla fattura elettronica si espande. Infatti vi saranno obbligati anche i titolari di partita IVA cosiddetti forfettari. Infatti il regime forfettario è molto utilizzato per la sua convenienza, ma da oggi anche chi è in regime forfettario sarà tenuto alla fatturazione elettronica. Una notizia sgradita per molti e che rende meno semplice il regime forfettario, ma ormai la decisione è presa.

Tante novità, ma anche divieti

Ma le novità riguardo la fatturazione elettronica non finiscono qui e riguardano sempre la platea di chi vi è obbligato, ma anche escluso. Altra novità riguarda medici e sanitari. Chiunque eroga prestazioni sanitarie non sarà tenuto invece alla fattura elettronica. Fonti autorevoli davano per scontato che nel 2022 i medici sarebbero stati tenuti alla fattura elettronica e invece no, adesso sappiamo che non è così e fino a fino al 2022 la fattura elettronica per chi eroga servizi sanitari non ci sarà. Su questo punto è bene fare chiarezza: i medici non saranno semplicemente non obbligati, ma per loro resta l’attuale divieto. Anzi per essere più chiari sarà proprio vietato a chi eroga servizi sanitari utilizzare la fattura elettronica.

Leggi anche: Agenzia delle Entrate: durissima contro chi ha saltato questa scadenza

Ma le novità non finiscono qui ci sarà anche una proroga al cosiddetto esterometro. In particolare l’esterometro verrà prorogato fino al primo luglio.

Leggi anche: Cessione credito e sconto in fattura: guai se salti scadenza comunicazione

Questa estensione anche ai forfettari è sgradita a tanti e si sperava che fosse evitata o che slittasse, ma questo non è avvenuto.