Bonus Renzi 2022: arriva la sorpresa che fa felici tanti, ma non tutti

Con la riforma IRPEF, è arrivata tanta confusione e tanti calcoli da fare. Con le nuove simulazioni scopriamo cosa accade al Bonus Renzi.

La riforma irpef è stata una vera rivoluzione. Ha garantito risparmi a tanti italiani nel 2022. Gli scaglioni da 5 sono passati a 4 ed il governo ha promesso che ciò avrebbe portato un risparmio effettivo a tutti. Questa promessa è stata mantenuta solo in parte. E molti si chiedono se il Bonus Renzi sia perduto per il 2022. Vediamo che succede. Con la nuova irpef il 20% degli italiani non ha alcun vantaggio e sono i cosiddetti incapienti. Questo ha fatto infuriare molti perchè si migliora la situazione economica di tutti tranne che dei più poveri. Ma una questione complessa è nata anche attorno al Bonus Renzi che molti credevano perduto per sempre con la nuova Irpef. Ma così non è. Il Bonus Renzi o Bonus 100 euro resta anche nel 2022, ma non per tutti.

Resta solo per alcuni

Il Bonus 100 euro o Bonus Renzi resta, si ma a seconda dello scaglione  di appartenenza. Mentre con la vecchia normativa andava a scalare in base al reddito, ora o si percepisce o non si percepisce. Diciamo subito che possono stare tranquilli gli appartenenti al primo scaglione. Infatti i redditi fino a 15.000 euro annui conservano inalterato il bonus 100 euro e da quanto punto di vista non avranno alcun cambiamento. tra i 15 ed i 28 mila euro la situazione è più ambigua e va vista caso per caso. Vediamo perchè. In questa fascia di reddito, se le detrazioni superano l’imposta (lorda) si avrà diritto al Bonus Renzi. In caso contrario il Bonus Renzi si perde.

Leggi anche: Superbonus 110%: cambia tutto su proroghe e trainati. Ecco chi festeggia

Ma cosa accade sopra i 28.000 euro? Sopra questa fascia il Bonus semplicemente non spetta più.

Leggi anche: Bonus asilo prorogato al 2022 e cumulabile con Assegno Unico

Il Bonus Renzi vale ora 100 euro al mese per complessivi 1.200 euro l’anno.