Bollo auto trappola: che beffa, aumenta e sembri anche sospetto al Fisco

Il bollo auto in questo 2022 segna la fine della tregua con il fisco ed è importante non sbagliare.

Se negli scorsi anni il fisco era stato particolarmente tollerante con i proprietari delle automobili italiane, in questo 2022 non si potrà proprio sgarrare e i pagamenti dovranno essere precisi. In realtà però alcuni italiani il bollo non lo pagano affatto. Sono esonerate completamente dal bollo tre categorie di auto. Innanzitutto sono esonerate le auto adibite al trasporto delle persone diversamente abili. Poi sono esonerate anche le auto elettriche, ma anche le auto storiche non pagano il bollo. Per tutte le altre vetture, invece, pagare il bollo è un preciso obbligo di legge e le sanzioni sono progressivamente sempre più salate. Il bollo dell’auto è una tassa che vale in tutta Italia ma è gestita dalle regioni. Le scadenze quest’anno saranno come di consueto legate al mese di immatricolazione dell’auto. Dunque non è vero che ci saranno proroghe in grado di far slittare i termini.

Come funziona e gli errori da evitare

Dunque la scadenza del bollo è l’ultimo giorno del mese successivo a quello dell’immatricolazione. Se per dimenticanza si salta questa data le sanzioni diventano progressivamente più elevate. All’inizio la sanzione sarà piuttosto modesta e basterà pagare un piccolo interesse ma poi pian piano crescerà. Dopo tre anni di mancato bollo auto c’è addirittura il ritiro delle targhe. Questo diventa particolarmente importante quando si acquista un’auto usata. Infatti quando si acquista un’auto usata è assai importante verificare che i bolli siano tutti regolarmente pagati. Il bollo è anche importante perchè spesso è una vera calamita per il fisco. Le auto contraddistinte da un bollo che appaia troppo pesante rispetto ai guadagni dichiarati da chi le possiede fanno facilmente scattare controlli fiscali.

Leggi anche:Bonus Renzi 2022: chi festeggia i 1.200€ e chi pensava di averlo ed è deluso

Insomma il bollo quest’anno non fa sconti ed è importante non saltare il pagamento.

Leggi anche: Benzina da paura: tra poco a 2€, prima di fare scorta devi valutare questo

Ma con i rincari sulla benzina, molti stanno valutando di lasciar perdere l’auto.