Bonus casa, troppa confusione: bussola per orientarsi dopo la stretta

Nulla è più lo stesso per il mondo dei Bonus casa, dopo la stretta su cessione del credito.

I bonus casa sono in un autentico caos e anche per gli esperti orientarsi all’interno di questa nuova situazione diventa complesso. C’è chi dice che i bonus casa sono arrivati al capolinea e c’è chi dice che basta riorganizzarsi. Ma forse l’incognita più grande riguarda i troppi crediti sospetti nella pancia delle banche. Alla fine del 2021 i bonus casa erano stati sostanzialmente tutti confermati. Il decreto antifrodi aveva reso tutto un po’ più macchinoso, ma sostanzialmente la macchina sembrava ancora reggere. I problemi veri sono arrivati con la stretta sulla cessione dei crediti. Appena uscita la notizia non tutti hanno colto la gravità della situazione. Ma i più esperti nel settore immobiliare hanno cominciato a lanciare allarmi preoccupati. I bonus casa rischiavano di bloccarsi ed è quello che sostanzialmente è successo. Infatti nei cantieri aperti si doveva aggiornare tutto il piano precedentemente stabilito e che dava per scontato un’infinita catena di cessione del credito, alla nuova normativa.

Che succerà ora?

Puntualmente nessuno ha capito più come regolarsi ed è arrivato il blocco dei cantieri. Un’altra notizia che ha creato stupore e preoccupazione è stata la chiusura della piattaforma di cessione del credito da parte di Poste Italiane. Questo gesto quasi simbolico ha fatto capire che la situazione più problematica era proprio quella delle banche che avevano al loro interno ormai un mucchio di crediti ceduti dal valore piuttosto ambiguo. Adesso la palla torna decisamente nell’agone della politica. Se i 5 Stelle e gli altri partiti contrari alla stretta sulla cessione riusciranno a spuntarla le cose potrebbero tornare in ordine ma altrimenti il futuro del bonus casa appare quantomeno dubbio.

Leggi anche: Superbonus nel panico: due terzi dei cantieri fermi per stretta su cessione

Molti sperano che il Governo torni parzialmente sui suoi passi.

Leggi anche: Cessione 110%: disciplina transitoria, tutte le nuove date e quelle scadute

Ma attualmente non ci sono segnali in questo senso.