Dichiarazione dei redditi 2022: pioggia di nuove detrazioni, c’è chi festeggia

Arriva la dichiarazione dei redditi 2022 e nei nuovi moduli messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate scopriamo davvero tante nuove detrazioni.

Dunque tanti potranno beneficiare delle detrazioni vecchie e nuove che quest’anno sono particolarmente corpose. Scopriamole insieme.

Assai importanti sono le vaste e variegate detrazioni legate alla salute. Visite mediche specialistiche, esami diagnostici, medicinali e tanto altro: per la salute sono previste detrazioni importanti e questo ha un particolare valore quest’anno che a causa di inflazione e forte incertezza economica sempre più italiani stanno riducendo le spese dedicate addirittura alla salute. Se le spese dedicate alla salute sono certamente importantissime una detrazione assolutamente inedita è quella relativa alla musica.

Detrazioni inedite

Infatti per la prima volta si potranno detrarre le spese per l’istruzione musicale dei propri figli. Questa detrazione vale fino a €1000 e si applica alle scuole di musica, ai conservatori e ai cori. Si potranno portare in detrazione il 19% delle spese sostenute per questo tipo di istruzione ed il bonus va a coprire i ragazzi tra i 5 e i 18 anni. Il paletto relativo al bonus è quello sull’ISEE che deve essere entro i €36.000.

Risparmiare con l’inflazione

Anche sull’acqua potabile esiste il bonus e la relativa detrazione. Stavolta la detrazione è addirittura del 50% e vale a coprire sia l’acquisto che la posa in opera dei sistemi di filtraggio e purificazione dell’acqua che sempre più italiani stanno utilizzando. Questa detrazione consente di agevolare l’acquisto dei sistemi di purificazione che possono farci risparmiare tanto nell’acquisto dell’acqua minerale. In questo caso la detrazione è di €1000. Ovviamente grandissima importanza hanno le detrazioni relative a tutto il mondo dei bonus casa.

Tante detrazioni per la casa e per i figli

Dunque Superbonus, bonus facciate ma anche l’installazione di pannelli fotovoltaici che possono farci risparmiare tanto in questa congiuntura di forti rincari. Ma un occhio di riguardo è stato portato anche ai nuovi veicoli elettrici: infatti si può potranno portare in detrazione anche tutte quelle spese sostenute per installare le tecnologie di ricarica dell’auto elettrica. Ma le detrazioni relative alla casa non sono solo quelle legate ai famosi bonus. Infatti c’è anche la detrazione per quanto riguarda i giovani che prendono in affitto una casa, ma anche quelli che contraggono un mutuo sempre per l’acquisto della prima casa.

Leggi anche: Fisco: centomila lettere per Bonus e detrazioni sanitarie, chi le riceverà

Leggi anche: Superbonus: altra doccia fredda, proroga solo per immobili terremotati

È importante sottolineare che l’arrivo dell’Assegno Unico non ha cancellato le detrazioni per i figli, ad esempio per il trasporto pubblico che è detraibile fino a €250, ma soprattutto quelle per asilo scuola ed università. Importante la detrazione nel caso degli asili che arriva a €632 per ogni figlio e si applica sia ai nidi pubblici che a quelli privati.